Alla scoperta di nuovi fondali: la Grande Barriera Corallina australiana

di | 18/05/2020

Non tutti sanno che l'Australia ospita una delle più grandi estensioni di coralli del mondo: si tratta della Grande Barriera Corallina, un patrimonio dell'UNESCO e tra le principali attrazioni turistiche della nazione.

 

La Grande Barriera Corallina

Chi ama fare immersioni alla scoperta di fondali incontaminati non può non recarsi almeno una volta nella vita in Australia, alla scoperta della Great Barrier Reef, ossia la Grande Barriera Corallina. Il suo nome non è un eufemismo: questa struttura naturale ha infatti un'estensione di oltre 340 mila chilometri quadrati e si dilunga per 2300 chilometri dalla costa nord-orientale della nazione, nella regione del Queensland. Quasi impossibile elencare tutte le specie marine, animali e vegetali, che vivono tra i coralli della barriera: pesci di ogni tipo, colore e dimensione, tartarughe, molluschi e tantissimi micro-organismi rendono questo ecosistema unico al mondo.

La barriera rappresenta una delle principali attrazioni turistiche dell'Australia, richiamando amanti delle immersioni da tutto il mondo. Se volete programmare un viaggio alla scoperta di questo Patrimonio dell'Umanità dovete sapere che il passaporto non è sufficiente: per soggiornare in Australia, infatti, è necessario anche il visto.

 

Il visto per soggiornare in Australia

Oggi la tecnologia permette di rendere la richiesta di visto per l'Australia molto più semplice di una volta: non è necessario, infatti, fare lunghe file presso il Consolato o l'Ambasciata, ma basterà compilare un form online, come quello presente sul sito visum-australien.ch (clicca qui per il link). Per una corretta compilazione è necessario per prima cosa ricordare che i cittadini italiani, nonché quelli delle nazioni della Comunità Europea, dovranno fare richiesta del visto definito eVisitor. Questo permette di recarsi in Australia per turismo, per fare visita ad amici e parenti, per incontri di affari oppure per brevi corsi di studio e aggiornamento. La durata del visto è di 12 mesi durante i quali sarà possibile soggiornare su suolo australiano per non più di tre mesi consecutivi. Per maggiori informazioni sull'eVisitor clicca qui.

 

Non solo barriera corallina: cosa vedere in Australia

Se si ha la possibilità di soffermarsi in Australia per una vacanza mensile, si potranno scoprire un gran numero di bellezze naturali nonché metropoli moderne e ricche di attività culturali. Restando nel Queensland, ossia nei presso della Barriera Corallina, si potrà ad esempio scegliere di andare alla scoperta della foresta pluviale Daintree Rainforest. La flora e la fauna che arricchiscono questo ecosistema sono uniche: orchidee, felci, liane e poi tantissimi tipi di uccelli, farfalle e animali nativi che possono essere ammirati solo in Australia.

Se si preferiscono paesaggi più brulli, ci si potrà dirigere verso il Parco Nazionale Freycinet, in Tasmania. Qui, tra gli eucalipti e gli alberi della gomma è possibile incontrare canguri, echidna, opossum e tantissimi roditori, nonché rettili, anfibi e moltissimi uccelli più o meno variopinti. Si potrà dormire sotto le stelle, nel campeggio della riserva, e scalare il Monte Amos per godere di un panorama davvero spettacolare.

 

Per concludere

L'Australia è un paese ricco di bellezze naturali, che permettono di godere in pieno di un ecosistema unico. Mare e fondali da scoprire, montagne con paesaggi mozzafiato, fiumi, foreste, deserti: recarsi in questa nazione significa poter optare tra un gran numero di escursioni alla scoperta di alcune delle più affascinanti bellezze naturalistiche del mondo.