Una questione morale

By | 20/09/2018

Una questione morale

Avviare un'impresa, costruendo una sede all'avanguardia con comfort di ogni genere e impianti ultra moderni, non toglie il fatto che, nonostante il lusso, non si debba assumere, nei confronti dell'ambiente, un atteggiamento per niente edificante per le generazioni future. La gestione dei rifiuti, urbani o speciali che siano, è di primaria importanza durante l'educazione di un cittadino consapevole e capace di gestire dei lavori di costruzione, edili o di altra entità. Purtroppo, non tutti gli abitanti di un luogo sono educati e rispettosi nei confronti dei concittadini e spesso sono la causa delle macerie abbandonate per strada che siamo costretti a vedere prima di andare a lavoro.  Tutti, nella nostra vita, ci siamo imbattuti con una ristrutturazione o, più quotidianamente, nello sparecchiare la tavola. In questo articolo, verranno illustrate le principali differenze tra i rifiuti urbani e quelli speciali ma, soprattutto, il giusto modo per eliminarli.

Dentro casa

I luoghi e i locali adibiti a civile abitazione, sono parecchi. All'interno di una città ben organizzata, amministrare la valanga di rifiuti proveniente da questi, è fondamentale per non rimanere sommersi nella spazzatura. A classificarsi come “urbani”, sono tutti quei mucchi provenienti dallo spazzamento delle strade da parte del  netturbino, i rifiuti vegetali provenienti da aree verdi ( giardini, parchi e aree cimiteriali) , i rifiuti di esumazione e, infine, quelli prodotti all'interno della nostra dimora. Smaltire questo tipo di spazzatura è abbastanza agevole: I cassonetti posti sotto casa, spesso classificati in funzione della raccolta differenziata, sono facilmente accessibili e utilizzabili. Differente è la tipologia di smaltimento da adottare nel caso dei rifiuti speciali, che possono risultare più o meno pericolosi.

Fuori casa

I rifiuti speciali sono di tutt'altra entità: sono prodotti dalle attività commerciali o industriali e dalla ricerca medica e veterinaria. Molte sono le realtà che si occupano della giusta eliminazione dei rifiuti, specialmente nelle grandi metropoli che hanno grandi fabbriche e attività: Parigi, Berlino e sicuramente la bellissima Roma. Lo smaltimento dei rifiuti speciali a Roma è nelle mani di varie imprese, una di queste è Nieco. Attività di questo genere si occupano di registrare il carico e lo scarico dei rifiuti da eliminare secondo le giuste norma burocratiche, del trasporto, del deposito temporaneo e dello stoccaggio finale. Pria però di giungere al totale smaltimento dei rifiuti, avviene un'analisi accurata volta a valutare il livello di riciclabilità dei materiali ricavati dai rifiuti. Insomma, un lavoro corposo e non indifferente all'ambiente, per questo bisogna affidarsi a gente esperta che ogni giorno ci consente di avere strade puliti e prodotti riutilizzabili.