Storia di una ladra di libri: tra carta e schermo

di | 24/01/2019

Mai sentito parlare di questo bellissimo libro? Se la vostra risposta è negativa, allora vi sarà senz’altro capitato di vedere la locandina in tutte le sale del cinema, qualche anno fa, quando uscì per la prima volta. Il libro consiste in un romanzo di Markus Zusak, pubblicato dalla casa editrice Frassinelli. Tramite un semplice libro, Zusak è riuscito ad affrontare il tema della tragedia, grazie agli occhi di una bambina, Liesel.

Liesel infatti, è una bambina speciale; riesce a guardare il mondo che la circonda attraverso un punto di vista davvero particolare: i suoi libri. La storia è ambientata in Germania, nel 1939, culla del Nazismo che sta prendendo sempre più il sopravvento.

Andiamo a vedere insieme la trama di questa bellissima storia.

La trama

Liesel Meminger (interpretata dall’attrice canadese Sophie Nélisse) è una ragazzina che ha perduto un fratellino e rubato un libro che non può leggere, perché non sa leggere. Abbandonata dalla madre, costretta a lasciare la Germania per le sue idee politiche comuniste e per questo perseguitata dal regime nazista, viene adottata da Rosa e Hans Hubermann, Liesel impara molto presto ad amare la sua nuova famiglia e anche a leggere. Quando gli Hubermann decidono di nascondere in casa Max Vandenburg (Ben Schnetzer), un giovane ebreo sfuggito ai rastrellamenti tedeschi, Liesel trova in lui un maestro colto e sensibile che completa la sua formazione e le trasmette passione per la letteratura. Intanto, fuori dalla loro casa la guerra incombe. Per celebrare le vittorie del Fuhrer, iniziano i Bücherverbrennungen, ovvero i roghi dei libri proibiti: lì Liesel capisce la sua missione, ovvero salvare i volumi.

In realtà, come spesso accade durante il processo di traduzione, il titolo originale è “The book thief” e il libro venne pubblicato per la prima volta nel 2005. Successivamente è stato realizzato il film. Se siete amanti della lettura però, vi consiglio assolutamente di leggere questo libro! Sappiamo bene come il mondo della carta sta venendo sempre più sostituito da dispositi, appositamente creati per leggere, come ad esempio i Kobo o i Kindle.

Perfetti per ogni eventuale esigenza, che sia la luminosità, la grandezza dei caratteri o il riflesso della luce sullo schermo, sono pensati per ovviare qualsiasi problema! Se siete interessati, allora andate a vedere i nuovi modelli di Kindle e scegliete quello che più fa al caso vostro!

Oltre l’apparenza

Il film di “Storia di una ladra di libri” è stato realizzato da Brian Percival. Il suo scopo è stato quello di trasmettere il messaggio per cui, anche nelle situazioni più brutte, è possibile trovare la bellezza.