Quando dieta e ginnastica non bastano: la liposuzione addominale

di | 27/06/2012

L’aspetto fisico con cui ci presentiamo ha sempre avuto connotati che andavano al di là di una semplice impressione momentanea: siamo creature profondamente visive, e diamo profondi significati a quel che ci si presenta davanti. Ma negli ultimi anni, l’aspetto ha assunto connotati che vanno ad impattare seriamente su tutta una serie di ambiti della vita, che si spostano dal mero successo sociale, dove la bellezza ha sempre avuto un peso rilevante, a quello professionale e lavorativo, dove il legame appare molto più tenue. Il fatto è che ormai essere snelli e dinamici è sinonimo di un carattere deciso e vincente, di un atteggiamento giovane; e per questo la diffusione di metodi per dimagrire, che siano chirurgici, farmacologici, nutrizionistici o semplicemente legati all’esercizio fisico, ha raggiunto livelli probabilmente mai visti prima. Abbiamo ormai capito, se non tutti accettato, che il nostro successo è, in questo momento storico, legato strettamente all’aspetto con cui ci presentiamo agli altri.

Esistono tuttavia delle importanti distinzioni da porre, e considerazioni da fare, quando si parla di dimagrimento; e specialmente quando questo non sia dettato da stretti motivi di salute, come un’obesità che metta in pericolo il sistema cardiocircolatorio e in generale l’organismo, bensì da necessità di carattere più strettamente estetico. Se infatti nel primo caso una perdita di peso è sempre un passo avanti verso il miglioramento, e l’esercizio fisico e il regime alimentare sono assolutamente essenziali nel recuperare un peso forma adatto al proprio fisico, nel secondo caso spesso il problema non è del tipo che possa essere utilmente risolto con questi strumenti. Esempio classico di questo genere di problema è l’adiposità dell’addome, tipica soprattutto dei maschi, e difficilmente trattabile con metodi come dieta e ginnastica per una serie di ragioni:

– tempo: quando dimagriamo per puri motivi di salute, possiamo darci il tempo che preferiamo per ottenere il risultato in modo graduale. Ma se a spingerci sono le necessità sociali ed estetiche di cui parlavamo, le settimane o i mesi di tempo necessari per vedere i risultati di ginnastica o diete possono essere troppi;

– praticità: perdere peso, in sè, può essere questione di costanza, volontà e applicazione; tanta ginnastica e un buon regime alimentare ci porteranno sicuramente, nel tempo, a ridurre il nostro peso. Ma rimodellare il proprio corpo perdendo peso soltanto laddove lo si desidera è questione ben più complessa, e spesso chi desidera farlo non dispone delle competenze per stabilire quali esercizi o regimi alimentari possano permetterlo;

– possibilità;se la “pancetta” è tanto diffusa, perfino su persone che non soffrono di alcun altro problema di peso o d’aspetto, è per un motivo reale: il grasso addominale è particolarmente legato al corpo e difficile da eliminare, tanto che talvolta i mezzi naturali non sono in grado, semplicemente, di eliminarlo.

Se quindi la perdita di peso nella zona addominale è così complicata, va risolta con una tecnica diversa; e a presentarsi attualmente come la scelta migliore c’è sicuramente l’intervento, sempre più diffuso, di liposuzione addominale, che risponde perfettamente alle specifiche esigenze del problema:

– rapidità: se una volta l’intervento di liposuzione era accompagnato da lunghi e sgradevoli tempi di recupero post-operatori, le nuove tecniche oggi utilizzate, e prevalentemente quella laser, hanno ridotto tali tempi drasticamente, permettendo interventi che si risolvono in un paio di giorni col rientro in attività ;

– armonia: Il professionista che va ad effettuare un intervento di liposuzione non si limita ad asportare grasso, ma valuta l’intera figura del paziente, per andare ad effettuare una vera e propria liposcultura. In questo caso infatti occorre non solo alleggerire, ma proprio dare al corpo una linea più elegante ed armoniosa, che si traduce in una silhouette complessivamente gradevole;

– definitività; Se dimagrire, con la ginnastica così come con le diete, significa svuotare gli adipociti del grasso di cui sono pieni, la liposuzione va invece direttamente a distruggerli. Questo significa che in futuro sarà più difficile che il paziente recuperi peso, e soprattutto che si formino cuscinetti ed accumuli adiposi nell’addome, come quelli che si sono appena eliminati.