Ingegnosità svizzera nel produrre il miglior cioccolato

di | 21/09/2019

Sia per la sua capacità di innovazione che per il suo senso della tradizione, il cioccolato è una fonte di orgoglio svizzero e contribuisce alla sua immagine nel mondo. La Svizzera è uno dei paesi che ha iniziato a produrre cioccolato per la prima volta grazie alle prestazioni di numerosi pionieri. Ecco dunque a seguire in cosa consiste l'arte di produrre il cioccolato in Svizzera.

I principali produttori di cacao sono i paesi africani, seguiti dai paesi sudamericani, ma quando si tratta di consumo, sono gli svizzeri, famosi per la produzione di cioccolatini, che detengono la sede d'onore come consumatori pro capite di questo prodotto con un consumo annuo di 9 kg (19,8 libbre). La Svizzera è seguita dalla Germania, che è al secondo posto non lontano con 7,9 kg (17,4 libbre) e il trio è completato dagli abitanti del Regno Unito, che mangiano circa 7,5 kg (16,3 libbre) di cioccolato all'anno.

Tuttavia, se si tratta di produrre cioccolato, molti saranno sorpresi dal fatto che la Germania occupi di gran lunga il primo posto di produzione, seguita da Stati Uniti e Francia in seconda e terza posizione, mentre la Svizzera è molto indietro nella settima posizione. Secondo i dati più recenti dell'Amministrazione federale delle dogane, la Germania è il principale acquirente del cioccolato svizzero: nel 2015 erano quasi 21.381,5 tonnellate, che hanno rappresentato il 18,5% delle esportazioni di cioccolato.

L'anno scorso, la Svizzera ha esportato 115.432,5 tonnellate di cioccolato. La Federazione svizzera dei produttori di cioccolato, Chocosuisse Link esterno, indica che le esportazioni nel 2015 sono aumentate del 2,5%, raggiungendo gli 845 milioni di franchi. I tedeschi sono i più "dipendenti" dal cioccolato svizzero, seguiti dagli inglesi (12,1%), francesi (9,4%) e canadesi (7,7%).

È interessante notare che il Belgio, anch'esso famoso per i suoi cioccolatini, è tra i paesi in cui le vendite di cioccolato svizzere sono cresciute di più, così come i Paesi Bassi. Al di fuori dell'Unione Europea, anche le esportazioni in Australia, Singapore, Emirati Arabi Uniti e Giappone sono aumentate.

I paesi dell'America Latina come il Venezuela o l'Ecuador si vantano di avere i migliori semi di cacao.

In primo luogo, è un riconoscimento dell'ingegno e dell'impegno della Svizzera nel cercare la perfezione.

Il miglior cioccolato svizzero è ancora molto ricercato all'estero, ma meno in Svizzera. Le vendite interne sono diminuite del 5,9% l'anno scorso. Lo svizzero ha divorato 11,1 chili rispetto agli 11,7 del 2014. Grazie alle vendite svizzere di cioccolato all'estero, il saldo delle vendite registra una crescita dell'1% rispetto allo scorso anno. Il maggior impulso è arrivato nei paesi dell'Unione Europea, dove le vendite sono aumentate del 10%. La Germania è il paese che acquista la maggior parte del cioccolato svizzero, seguita da Regno Unito, Canada e Francia.

Anche Australia, Brasile, Cina, Giappone e Russia hanno mostrato forti tassi di crescita delle esportazioni elvetiche del prodotto a base di cacao. Tuttavia, in alcuni paesi del Medio Oriente e del sud-est asiatico, il cioccolato svizzero ha perso i suoi seguaci.