Elementi per giardini: gli abbeveratoi in pietra

di | 17/07/2013

Quando si prende la decisione di fare l’investimento, per quanto considerevole, di acquistare per sé e per la propria famiglia una piccola casa autonoma, lasciando magari l’appartamento dove si è sempre vissuti per spostarsi in una villetta, molto spesso uno dei più graditi elementi della nuova dimora è il giardino: per piccolo che sia, è un gradevolissimo ambiente all’aperto, che aggiunge attrattiva alla casa per la bella stagione e valore all’immobile, specie se organizzato e “arredato” con gusto e cura. Un elemento fra quelli che si usano sempre più spesso nell’architettura dei giardini privati è costituito dai tradizionali abbeveratoi per animali, realizzati completamente in pietra, naturalmente a scopo decorativo. Scopriamo insieme in che modo.

Vasche per pesci

Se ci pensiamo, in origine la funzione dell’abbeveratoio era, dopotutto, quella di essere riempito d’acqua: non è quindi strano se si decide di farne un utilizzo che prevede, alla base, la stessa cosa. Se si decide per questa applicazione, sarà importante avere l’aiuto di un espero per scegliere i pesci adatti: naturalmente un elemento importante sarà costituito dal loro aspetto, data la funzione decorativa, ma per assicurarsi anche che sopravvivano a lungo all’aperto sarà bene pensare anche a selezionare una specie resistente al freddo. Con una cascatella, che rinnovi costantemente l’ossigeno nella vasca, avremo completato la nostra originale, ed elegante, vasca da giardino.

Vasi per fiori

Lo ammettiamo: oramai sono anni che viene proposta ed effettuata la conversione degli abbeveratoi di pietra in grandi vasi da fiori, e quindi può non essere più una scelta tanto originale. Ma quel che è certo è che rimane una soluzione di grandissima eleganza, e fra quelle che più arricchiscono il giardino nel quale viene installata. Qui avrà ovviamente grande peso una scelta ben fatta dei fiori da seminare nell’abbeveratoio; normalmente la scelta ricade su fiori molto decorativi ma di dimensioni ridotte, dalle Viole del Pensiero ai Crisantemi, o alle Fuchsie. Unico problema a cui badare, il drenaggio dell’acqua: certi fiori potrebbero richiederci di praticare dei fori alla base della vasca per garantirlo.

Come oggetti funzionali

Una delle più recenti tendenze dell’architettura che fa uso di elementi antichi è quella di recuperarli senza snaturarli, e lasciare quindi loro una funzione il più possibile simile all’originale. Per un abbeveratoio, questo può concretizzarsi nel diventare la vasca di raccolta sotto ad una pompa dell’acqua, magari scelta proprio fra i modelli più antichi, quelli a leva. Il risultato, senza dubbio, sarà di grande eleganza e di sapore tradizionale, è non c’è dubbio che darà ben altra soddisfazione rispetto ad una comune vasca di plastica.