Come investire i propri risparmi? apriamo una lavanderia a gettoni!

di | 05/08/2012

Recessione: poco lavoro, insicurezza per il futuro, e soldi che, per quanto si stia attenti, sembrano non bastare mai. Nel frattempo, i rendimenti di titoli di stato, conti correnti, e altri tipi di investimento sicuro sono insoddisfacenti… e quelli degli investimenti più rischiosi, eccessivamente incerti. L’alternativa, per formarsi un guadagno mensile aggiuntivo, è trovare un metodo di investimento attraente per il piccolo capitale dei propri risparmi – e fra i più interessanti e redditizi degli ultimi anni va rilevato un vero boom per le piccole attività self- service, fra cui spicca decisamente la lavanderia a gettoni.

Questa scelta d’attività presenta infatti non solo tutti i vantaggi dei tradizionali self-service, ma anche punti di forza tutti suoi, di assoluto rilievo.Esattamente come tutte le attività che racchiudiamo nella categoria denominata “self-service”, questa presenta appunto il punto di forza principale che le caratterizza: condurre una lavanderia a gettoni non richiede tempo. La presenza continua nei locali operativi del responsabile non solo non è necessaria: è perfino vietata dalla legge.

E infatti le attività self-service sono tali proprio perché programmate per procedere in assenza di personale – e possono quindi essere affiancate, come fonti di reddito, al proprio regolare lavoro quotidiano. Eliminando la necessità di operatori, si eliminano i costi corrispondenti ai loro compensi, e si riducono anche quelli di locazione, dato che lo spazio necessario diventa solo quello necessario ad accogliere le lavatrici e le asciugatrici.

Ma il vero, grande vantaggio che realmente distingue l’investimento in una lavanderia a gettone da quello in altri tipi di impresa è proprio qualitativo, e ha a che vedere con il servizio che si offre.

Quello offerto da una lavanderia è infatti un servizio primario, conveniente, e semplicissimo – tutti fattori che alzano la probabilità che l’attività abbia successo, riducendo al minimo i rischi d’impresa legati a qualsiasi apertura.

Nientemeno, con le ridotte dimensioni delle abitazioni e il gran numero di persone giovani che vivono sole, e passano poco tempo a casa, la lavanderia a gettoni può diventare una presenza abituale, come da anni è negli Stati Uniti.Non deve ovviamente essere questa breve analisi dei vantaggi a far reputare quello in una lavanderia a gettoni l’investimento perfetto, banale, adatto a tutti e senza difficoltà.

Anche qui, come in qualunque altra impresa, è facile, specie se si manca di esperienza e di competenze specifiche, commettere errori iniziali forse banali, ma di sicuro pericolosi per il successo della nostra lavanderia.

Per questo, rivolgersi ad un’azienda che possa sostenerci nell’apertura, una seria esperienza nel settore potrà aiutarci nel superare quei normalissimi dubbi iniziali che potrebbero scoraggiarci o portarci a commettere errori.

Quattro sono i punti essenziali a cui fare attenzione:

1. evitare i franchising: Se in altri settori può funzionare, in questo campo non vale la pena ancorarsi ad una catena: eventuali vantaggi non coprono quei costi aggiuntivi rappresentati dalle royalties, senza cui è invece possibile, con le giuste scelte, ammortizzare l’investimento in circa tre anni.

2. scegliere con cura la location: quanto e forse finanche di più che in altre attività, la scelta del luogo dove aprirete, sia come caratteristiche del locale che come ubicazione nel tessuto urbano, ha una ricaduta importantissima sull’andamento della vostra impresa. Conviene stimare attentamente le opzioni disponibili.

3. scegliere macchinari adeguati: se al profano possono risultare identiche, due macchine per lavare o asciugare di diversa qualità, a questi livelli, si traducono in spese e rendimenti completamente diversi. Per questa, che è la spesa più importante da sostenere per questa attività, è fondamentale avvalersi, specie se inesperti, di una consulenza fidata e soprattutto qualificata.

4. assicurarsi dell’assistenza tecnica: un fermo macchina è un problema paralizzante, per una lavanderia a gettoni: rovina la vostra nomea e blocca i vostri introiti. Mancando gli elementi di cortesia e servizio – è un’attività self-service! – dovete essere certi che il pubblico trovi sempre tutto in perfetto funzionamento – e assicurarvi quindi un’assistenza tecnica di prima classe.